Turchia
Turchia. Un Simposio su S.Paolo
Si svolgerà dal 26 al 28 giugno a Tarso e Antiochia, il IX Simposio paolino su "Paolo apostolo, tra Tarso e Antiochia – archeologia, storia e religione". Promosso dall'istituto francescano di spiritualità della pontificia università Antonianum e dall'università "Mustafa Kernal" di Hantakya, il simposio vedrà la partecipazione di numerosi studiosi ed esperti. Diversi i temi dibattuti: dalla storia del cristianesimo in Turchia, al sufismo e dialogo interreligioso, dalla figura di san Paolo ai padri della Chiesa. Tra i relatori figurano Mehmet Tekin dell'università di Antakya, Kenan Gursoy, dell'università di Galatasaray, Romano Penna della Lateranense e il metropolita greco-ortodosso di Aleppo, Paul Yazigi.
 


  [Fonte: Agenzia SIR 24 giugno 2005] 



 Città del Vaticano
La Solennità di Pietro e Paolo, festa dell’unità della Chiesa, afferma il Papa. E dà il benvenuto, con anticipo, ad una delegazione del Patriarcato di Costantinopoli

La Solennità dei santi Apostoli Pietro e Paolo, fondatori della Chiesa di Roma, che si celebrerà il prossimo mercoledì 29 di giugno, sarà la festa dell’ “unità” e della “cattolicità” della Chiesa, ha affermato questa domenica Benedetto XVI. 
Il Pontefice, con visibile entusiasmo, ha constatato che il significato di questa festa verrà sottolineato dalla partecipazione a Roma di “una speciale Delegazione inviata dal Patriarca Ecumenico di Costantinopoli”, Bartolomeo I, “primus inter pares” della Ortodossia. Ad ascoltare le sue parole vi erano decine di migliaia di pellegrini giunti a Piazza San Pietro, nonostante il sole infuocato di questa domenica, per recitare insieme al Papa la preghiera mariana dell’Angelus....continua

>29 giugno: cosa ci divide, ma cosa ci unisce agli Ortodossi

 


  [Fonti: Zenit.org; AsiaNews 27 - 29 giugno 2005] 



 Mosca
Il Card Kasper a Mosca: "piccoli passi" nel dialogo con la Chiesa Ortodossa

Il Cardinal Walter Kasper, presidente del Pontificio Consiglio per l’unità dei cristiani, è in visita a Mosca dal 20 al 23 giugno. Secondo l’annuncio dato dalla Sala stampa vaticana,  il porporato ha in programma diversi incontri con rappresentanti del Patriarcato ortodosso “in occasione della solenne inaugurazione del pontificato di Benedetto XVI”. Dall’inizio della sua missione, papa Benedetto XVI ha detto che vuole fare dell’ ecumenismo il suo impegno fondamentale: “ Vorrei ribadire la mia volontà  - ha detto a Bari lo scorso 29 maggio - di assumere come impegno fondamentale quello di lavorare con tutte le energie alla ricostituzione della piena e visibile unità di tutti i seguaci di Cristo”....continua

 


  [Fonte: AsiaNews 22 giugno 2005] 



 Città del Vaticano

Il Papa riceve il Consiglio Mondiale delle Chiese
Benedetto XVI ha ricevuto alcuni rappresentanti del Consiglio Mondiale delle Chiese (WCC, acronimo in inglese). Il Segretario generale Samuel Kobia, insieme ad una delegazione, visita Roma per cinque giorni a partire da domenica per incontrare alcuni rappresentanti della Chiesa cattolica, ha spiegato il Pontificio Consiglio per l’Unità dei Cristiani in un comunicato. “La visita, già programmata da vari mesi, si situa nella prassi delle relazioni con l’Organismo di Ginevra e con le precedenti visite ufficiali a Roma dei suoi Segretari generali”....continua

>Primo resoconto dell'evento
>Testo del discorso del Papa
>Saluto del Rev. Samuel Kobia

 


  [Fonte: Zenit.org 11 giugno; agenzia SIR 16 giugno 2005] 



 Cordoba

Una democrazia sana promuove la libertà della persona e i suoi diritti. Richiamo della Santa Sede su "antisemitismo e altre forme di intolleranza"
“L’enorme tragedia dell’olocausto è un drammatico richiamo per educare, soprattutto le giovani generazioni, a non cedere davanti alle ideologie che giustificano la possibilità di ‘calpestare’ la dignità umana basandosi sulla diversità etnica, linguistica, nazionale o religiosa”. Lo ha ribadito l’arcivescovo di Toledo mons. Antonio Canizares, che ha guidato la delegazione della Santa Sede alla Conferenza internazionale, svoltasi nei giorni scorsi a Cordoba, in Spagna, sul tema “Antisemisismo ed altre forma di intolleranza”....continua

[Testo integrale degli interventi a cura di InternEtica]

 


  [Fonte: Zenit.org 14 giugno 2005] 



 Roma

Convegno sul tema: "The Church in the digital society" - Roma 8-12 giugno 2005

10th European Christian Internet Conference in collaborazione con l'Ufficio nazionale per le Comunicazioni Sociali e con l´Associazione Webmaster Cattolici italiani. La Conferenza Internazionale vedrà riuniti i rappresentanti delle diverse Chiese europee.

(WECA – www.webcattolici.it) ha organizzato a Roma, nei giorni 8-12 giugno 2005, un importante incontro ecumenico a livello internazionale. "The Church in the Digital Society" è il tema su cui i webmaster e gli operatori della comunicazione pastorale delle principali Chiese cristiane europee si confronteranno. Intenso il programma dei lavori, accomunati dalla condivisione e dal confronto delle diverse esperienze pastorali in rete. Le sessioni dell’incontro saranno animate dalla partecipazione di padre Pierre Babin, fondatore del CREC-AVEX di Lione, centro di ricerca internazionale sulla comunicazione religiosa e di Josè Manuel Perez Tornero, dell’Universitat Autonoma de Barcelona. In tale occasione l’ECIC celebrerà il suo decimo anno di attività. I partecipanti saranno ricevuti il 10 giugno presso il Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali.

[cfr. sul sito, La Chiesa e le Comunicazioni sociali]
 


  [Fonte: C.E.I. giugno 2005 ] 



 ccee.ch

Ecumenismo: bando di concorso per il logo della terza Assemblea Ecumenica Europea
La Conferenza delle Chiese d’Europa (KEK) e il Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE) indicono un concorso per la realizzazione del logo della prossima Terza Assemblea Ecumenica Europea (AEE3).
Il vincitore riceverà un premio di 1000 euro e potrà partecipare gratuitamente all’Assemblea di Sibiu. Il suo logo sarà utilizzato nelle diverse pubblicazioni e riprodotto nelle pubblicità dell’Assemblea in tutta l’Europa. Sarà poi esposto nella città di Sibiu durante la AEE3 e costituirà un elemento essenziale nell’allestimento dei vari luoghi dell’incontro. È inoltre probabile che tutte le proposte vengano esposte in una mostra in occasione dell’Assemblea. Nel comunicato diffuso oggi per dare notizia del concorso, Ccee e Kjek spiegano che l’Assemblea di Sibiu avrà per tema “La luce di Cristo illumina tutti. Speranza di rinnovamento e di unità in Europa“ ed è stata indetta dalle Chiese europee per dare “luce nuova” al cammino di riconciliazione tra i cristiani” e per “riscoprire il dono di luce che il cristianesimo è per l’Europa di oggi”. Il logo dovrebbe pertanto “rendere visibile” questi contenuti, essere adatto ad essere utilizzato per pubblicazioni e pubblicità, in contesti multi linguistici e riprodotto a colori o in bianco e nero. Il termine ultimo per la consegna è il 30 giugno 2005. 
Per info: www.cec-kek.org  oppure www.ccee.ch 

 


  [Fonte: S.I.R. giugno 2005 ] 



 Bucarest

Bari-Bucarest «rotta» del dialogo ecumenico

Una delegazione della "Comunità di Gesù" di Bari verrà ricevuta oggi [3 giugno 2005 ndR] a Bucarest dal Patriarca della Chiesa Ortodossa rumena, Teoctis. È guidata dal vescovo di Conversano-Monopoli, Domenico Padovano, e ne fanno parte Matteo Calisi, fondatore e presidente della "Comunità di Gesù", padre Mihai Driga, rappresentante del Patriarcato ortodosso rumeno per l'Italia meridionale, e padre Carlo Colonna s.j. consigliere spirituale della "Comunità di Gesù"....continua
 


  [Fonte: "Avvenire" 3 giugno 2005 ] 



 Bari

Ecumenismo, impegno fondamentale che esige "gesti concreti".

Benedetto XVI è tornato a riaffermare la priorità  che egli attribuisce all’impegno ecumenico per il quale, ha ripetuto ancora una volta, servono “non solo buoni sentimenti ma impegni concreti che entrino negli animi e smuovano le coscienze”....continua
 


  [Fonte: InternEtica giugno 2005 ] 



 Città del Vaticano

Media sociali e religione: perplessità e speranze
Uno dei primi atti pubblici di Benedetto XVI è stato il discorso rivolto ai rappresentanti dei mezzi di comunicazione sociale a Roma il 23 aprile. Dopo averli ringraziati per la vasta informazione data in occasione della morte di Giovanni Paolo II e del successivo Conclave, il Papa ha fatto riferimento ai “prodigi e straordinarie potenzialità dei mezzi moderni di comunicazione sociale!”.

Il Pontefice ha espresso il suo desiderio di continuare il “fruttuoso dialogo” con i media iniziato da Giovanni Paolo II. Ma Benedetto XVI ha voluto dare anche qualche suggerimento per coloro che lavorano nel campo delle comunicazioni.

Nel sottolineare che gli strumenti della comunicazione sociale devono anch’essi contribuire al bene comune, ha suggerito di tenere conto anche dell’influenza che essi esercitano sulla coscienza e la mentalità degli individui. Il Papa ha raccomandato a coloro che operano in questo ambito di tenere sempre a mente la loro responsabilità etica, “specialmente per quanto riguarda la sincera ricerca della verità e la salvaguardia della centralità e della dignità della persona”. Il Papa è tornato sul tema dei media l’8 maggio, in occasione della Giornata mondiale della comunicazione. Nel suo messaggio, pronunciato prima del Regina Caeli, Benedetto XVI ha sottolineato ancora una volta il grande potere dei mezzi di comunicazione ed ha rimarcato la necessità di usare questo potenziale in modo responsabile....continua
 


  [Fonte: Zenit org ] 



 Milano

Domenica 5 Giugno a Milano PRESSO LA SALA PIO XII DI VIA S. ANTONIO N°5
Giornata Regionale di preghiera per l’unità dei Cristiani

Cristo Gesù, Luce per le genti

Meditazione
di Paolo Naso sul tema:
 "L’unità della Chiesa: speranze e fatiche di un cammino comune"
(Paolo Naso, direttore della rivista Confronti e della rubrica Protestantesimo di RAI 2, ha curato lo scorso anno, per conto del “Consiglio delle Chiese cristiane di Milano”, l’organizzazione del “Cammino ecumenico di pace a Gerusalemme”, cui hanno partecipato i cardinali Tettamanzi e Martini.)
S. Messa presieduta da don Patrizio Rota Scalabrini

>
v.locandina

 


  [Fonte: RnS Lombardia giugno 2005] 



 Greccio
A Greccio, la civiltà dell'amore, per l'ecumenismo e il dialogo tra le grandi religioni monoteiste. Nella città del presepe di San Francesco dal 2 al 4 giugno
Si svolgerà a Greccio, paesino in provincia di Rieti tanto caro al Santo Patrono d'Italia, che dette vita qui al primo presepe della storia, il Forum Internazionale Civiltà dell'Amore, per l'ecumenismo e il dialogo tra le grandi religioni monoteiste. Il tempo di oggi ci obbliga a vivere le differenze come ponti per l'incontro. Per questo è importante vivere le divergenze come occasioni per il dibattito e il dialogo fraterni, sereni, obiettivi e rispettosi. L'appuntamento, che si terrà nell'Oasi di Gesù Bambino nei pressi del Santuario Francescano del Presepio di Greccio, vuole appunto favorire l'incontro fraterno, sui passi di Francesco d'Assisi, per crescere nella cultura del dialogo e della fraternità universale e sempre più radicarle nella nostra realtà quotidiana. Sono invitati in modo particolare tutti coloro che hanno nel cuore la passione per il dialogo interreligioso ed ecumenico. Il lavoro si svolgerà nella tipologia "seminariale" e tutti i partecipanti avranno un ruolo attivo e propositivo. Obiettivo finale della "due giorni" sarà la condivisione di linee operative per rilanciare un cammino di ascolto reciproco e di condivisione delle esperienze, a partire dall'esperienza del poverello d'Assisi.

Il programma
 


  [Fonte: giovani.org 2005] 




2006
gen febb mar
apr mag giug
lug ago sett
ott nov dic






2003
gen febb mar
apr mag giug
lug ago sett
ott nov dic

3814 - visitatori
 
 

 
 


| home | | inizio pagina |