Città del Vaticano
Pakistan. Appello del Papa per Asia Bibi. Liberarla al più presto.
 
Appello del Papa per la liberazione "al più presto" di Asia Bibi, la donna pakistana condannata a morte in base alla legge sulla blasfemia.
"In questi giorni la comunità internazionale ha seguito con grande preoccupazione la difficile situazione dei cristiani in Pakistan, spesso vittime di violenze o di discriminazione", ha detto il Papa a conclusione dell'udienza generale. "In modo particolare, oggi esprimo la mia vicinanza spirituale alla signora Asia Bibi e ai suoi familiari, mentre chiedo al più presto le sia restituita la piena libertà. Prego per quanti si trovano in situazioni analoghe, affinché i loro diritti siano pienamente rispettati".


AsiaNews ha deciso di lanciare una raccolta internazionale di firme da inviare al presidente pakistano Asif Zardari perché salvi la vita di Asia Bibi, condannata all’impiccagione per blasfemia. AsiaNews chiede anche che il presidente Zardari cancelli o cambi l’iniqua legge sulla blasfemia, che uccide tante vittime innocenti e distrugge la convivenza nel Paese. Per sostenere queste richieste, anche ci associamo, chiedendovi di inviare un messaggio a questo indirizzo e-mail: salviamoasiabibi@asianews.it

>Uno scritto di Jibran Khan, da AsiaNews 15 novembre

 


  [Fonte: Apcom 17 novembre 2010] 



 Roma
Italia: il 21 novembre in preghiera per l’Iraq

Domenica 21 novembre, in tutte le parrocchie e le diocesi italiane si pregherà per i cristiani perseguitati in Iraq e per i loro persecutori. Lo ha annunciato nei giorni scorsi il presidente della Cei, card. Angelo Bagnasco, nel corso della conferenza stampa a conclusione della 62ª assemblea generale dei vescovi italiani svoltasi ad Assisi. Una decisione salutata con soddisfazione dal vicario patriarcale caldeo di Baghdad, mons. Shlemon Warduni: “Ringrazio di cuore la Chiesa italiana, nella persona del card. Angelo Bagnasco. La decisione di indire una giornata di preghiera per i cristiani iracheni perseguitati, come anche per i nostri persecutori, ci riempie di gioia. È un segno della vicinanza delle diocesi italiane che a più riprese ci stanno esprimendo la loro solidarietà. Preghiamo a nostra volta per la Chiesa italiana affinché il Signore la fortifichi sempre più”.
 


  [Fonte: SIR 16 novembre 2010] 



 Città del Vaticano
Resa pubblica l'istruzione post-sinodale "Verbum Domini"
 
Un'animazione che permetta ai fedeli cattolici di conoscere meglio la Bibbia "sarà anche il modo migliore per far fronte ad alcuni problemi pastorali emersi durante l'Assemblea sinodale legati, ad esempio, alla proliferazione di sette, che diffondono una lettura distorta e strumentale della sacra Scrittura": lo scrive il Papa nell'esortazione apostolica che ha tratto dall'assemblea dei vescovi del 2008 dedicata alla Sacra Scrittura. "Là dove non si formano i fedeli ad una conoscenza della Bibbia secondo la fede della Chiesa nell'alveo della sua Tradizione viva, di fatto si lascia un vuoto pastorale in cui realtà come le sette possono trovare terreno per mettere radici". Per questo "è necessario anche provvedere ad una preparazione adeguata dei sacerdoti e dei laici che possano istruire il Popolo di Dio nel genuino approccio alle Scritture". Il Papa critica l'interpretazione fondamentalista della Bibbia. "Il 'letteralismo' propugnato dalla lettura fondamentalista in realtà rappresenta un tradimento sia del senso letterale che spirituale - scrive nella 'Verbum domini', esortazione post-sinodale sulle Sacre Scritture pubblicata oggi - aprendo la strada a strumentalizzazioni di varia natura, diffondendo, ad esempio, interpretazioni antiecclesiali delle Scritture stesse".


>Testo dell'Istruzione post-sinodale Verbum Domini
 


  [Fonte: Apcom 11 novembre 2010] 



 Londra
Inghilterra: i vescovi cattolici accolgono 5 vescovi anglicani
 
I vescovi cattolici inglesi accolgono i 5 vescovi anglicani tradizionalisti che questa mattina hanno consegnato le loro dimissioni all’arcivescovo di Canterbury, Rowan Williams. In una nota, mons. Alan Hopes (Delegato episcopale) a nome della Commissione episcopale della Conferenza episcopale di Inghilterra e Galles per l'attuazione della Costituzione Apostolica “Anglicanorum Coetibus”, così scrive: “Accogliamo la decisione dei vescovi Andrew Burnham, Keith Newton, John Broadhurst, Edwin Barnes e David Silk di entrare in piena comunione con la Chiesa cattolica attraverso l'Ordinariato per Inghilterra e Galles, che sarà istituito ai sensi delle disposizioni della Costituzione Apostolica Anglicanorum Coetibus. Alla prossima riunione plenaria, la Conferenza episcopale cattolica di Inghilterra e Galles discuterà dell’istituzione dell'Ordinariato ed estenderemo il caloroso benvenuto a coloro che cercano di essere parte di esso”. Ulteriori informazioni saranno rese note dopo l'incontro.


>Vedi anche nel sito
 


  [Fonte: SIR 8 novembre 2010] 



 Gerusalemme
Terra Santa: Ordinari cattolici, da oggi tre giorni di preghiera per i cristiani in Iraq
 
“Le parole di dolore e di condanna non sono più sufficienti di fronte all'orrore che si sta verificando ripetutamente in questi ultimi anni in Iraq, specialmente contro i cristiani, e che ha raggiunto l’apice della follia con il selvaggio massacro di domenica 31 ottobre nella chiesa siro-cattolica di Baghdad”. Lo scrivono gli Ordinari cattolici di Terra Santa (Aocts) in una nota di condanna diffusa ieri a Gerusalemme. “Ci inchiniamo davanti ai corpi dei martiri eroici, ai feriti, alle loro famiglie – scrivono i presuli – facciamo appello alla coscienza di tutti e di coloro che hanno l’autorità, innanzitutto il Governo iracheno, affinché vigilino e proteggano tutti i cittadini, specialmente coloro i quali non hanno protezione, non possiedono armi e milizie, la cui unica colpa è quella di continuare a professare la fede dei loro padri e dei loro avi nella terra d’origine”. “Questa terra – rimarca l’Aocts – è la loro terra da sempre, per la quale si sono sacrificati contribuendo al suo sviluppo e difendendola. È giunto il momento, per chi ha la responsabilità politica, di resistere a coloro che hanno perso ogni senso di umanità, di frenare la loro sete insaziabile di sangue e di punire chiunque pianifichi o compia tali atti criminali”. Gli ordinari cattolici chiedono alla Lega Araba, all'Organizzazione della Conferenza Islamica, alle Nazioni Unite e al Consiglio di Sicurezza, “prima che sia troppo tardi, di tenere presente il pericolo che giunge da coloro che sfruttano la religione per provocare scontri tra civiltà e tra nazioni”. Per dare un concreto segno di vicinanza gli Ordinari cattolici hanno promosso per oggi, domani e domenica tre giorni di solidarietà e di preghiera “per i martiri iracheni” da svolgersi in tutte le parrocchie, monasteri e conventi della Terra Santa. “La nostra missione, come è stato detto anche nel Sinodo per il Medio Oriente è vivere la comunione e la testimonianza, lavorare insieme, cristiani e musulmani, per risvegliare i nostri paesi e i nostri popoli, investendo sulla pace, la stabilità e la fiducia reciproca”.
 


  [Fonte: SIR 5 novembre 2010] 



 Baghdad
Attentato a Bagdad. Salito a 3 il numero dei sacerdoti uccisi, almeno 58 le vittime.
 
Sono tre i sacerdoti deceduti in Iraq a causa dell’attentato compiuto a Baghdad domenica scorsa nella chiesa sirocattolica di “Nostra Signora della Salvezza”. Oltre a padre Tha’ir Saad ed a padre Boutros Wasim - rende noto l'agenzia Zenit - è morto anche padre Qatin. Il sacerdote, rimasto ferito durante l’attacco, è deceduto dopo il ricovero in ospedale. Il bilancio complessivo è di almeno 58 morti, tra cui donne e bambini. Ieri nella chiesa caldea di San Giuseppe, si sono tenuti i funerali di alcune delle vittime. Alle esequie hanno partecipato oltre 700 persone, tra cui autorità politiche e religiose. Prima della Santa Messa una processione ha accompagnato le bare dei due preti rimasti uccisi domenica. Durante l’omelia il cardinale Emmanuel III Delly, patriarca di Babilonia dei Caldei, ha ricordato che i fedeli assassinati si sono recati in chiesa “per pregare Dio e per assolvere al proprio dovere religioso, ma la mano del diavolo è entrata in questo luogo di culto per uccidere”. “Noi non abbiamo paura della morte e delle minacce - ha aggiunto il porporato - siamo i figli di questo Paese e resteremo in Iraq con i nostri fratelli musulmani per glorificare il nome dell'Iraq”. Durante la cerimonia funebre, è stato anche letto il telegramma di cordoglio inviato da Benedetto XVI all’arcivescovo siro-cattolico di Baghdad, mons. Athanase Matti Shaba Matoka. “Da anni questo amato Paese – scrive il Papa – soffre indicibili pene e anche i cristiani sono divenuti oggetto di efferati attacchi che, in totale disprezzo della vita, inviolabile dono di Dio, vogliono minare la fiducia e la civile convivenza”....continua

>Testimonianza di un Caldeo Iraqeno, 13 novembre
 


  [Fonte: Radio Vaticana 3 novembre 2010] 



 Roma
I Sabati della Tradizione a S. Nicola in Carcere


Lo splendido altare Basilicale

Vuoi approfondire e promuovere la Tradizione della Chiesa? Vuoi seguire un cammino di fede e di testimonianza personale in uno spirito di amicizia e di gioia?
Allora puoi venire a trovarci e a conoscerci tutti i Sabati alle ore 17:30 nella bellissima Basilica di San Nicola in Carcere via del Teatro Marcello, 46 Roma.
A partire dal 23 ottobre,
noi del gruppo stabile San Luigi Orione, guidati spiritualmente dal sacerdote don Giuseppe Vallauri, riprenderemo i nostri incontri, l'Adorazione e la Santa e Divina Liturgia Vetus Ordo. Venite numerosi e rivolgete l'invito ad altri vostri amici.
Il 2 novembre la S. Messa Tridentina sarà celebrata per i fedeli defunti alle ore 18
 


  [Fonte: Gruppo S. Luigi Orione novembre 2010] 



 Roma
S. Messa Tridentina pomeridiana domenicale
 
A Roma, in via Merulana, 177 a pochi passi da Santa Maria Maggiore, nella Chiesa di Sant'Anna al Laterano della Congregazione delle Figlie di S. Anna, che hanno qui la loro Curia generalizia,  ogni domenica alle ore 17 viene celebrata la Santa e Divina Liturgia secondo la forma del Rito Romano Tridentino.


La Santa Messa, celebrata da P. Giuseppe Vallauri, avrà luogo anche il 1° novembre, solennità di Tutti i Santi

 


  [Fonte: InternEtica settembre 2010] 


 






1820 - visitatori
 
 

 
 


| home | | inizio pagina |